Detergenti intimi

abstract: 

I consigli per la scelta del detergente intimo più adatto

 

 
Detergenti intimiSecondo i ginecologi, un buon detergente intimo deve avere avere le seguenti caratteristiche:
 
  • durante l’età fertile deve avere un pH intorno a 5, per rispettare la naturale acidità delle mucose;
  • durante l’infanzia e la menopausa deve avere pH neutro;
  • può contenere estratti vegetali come l’aloe vera o il tea tree che possiedono una moderata azione antisettica, utile in caso di bruciori o irritazioni frequenti;
  • possedere un'azione rinfrescante e lenitiva grazie alla presenza di estratti vegetali emollienti come malva, calendula o camomilla;
  • non deve contenere tensioattivi aggressivi, che possono alterare la naturale protezione della mucosa;
  • non deve contenere profumazioni di derivazione sintetica e non naturale perché responsabili di reazioni allergiche.
 
Nei periodi in cui si soffre di problemi intimi come prurito, bruciore, arrossamenti, meglio chiedere consiglio al ginecologo sul detergente intimo più adatto.
 
Esistono in commercio detergenti intimi che aiutano a ripristinare il film idrolipidico di protezione e una corretta acidità. Si tratta di detergenti utili per
l’igiene intima in caso di infezioni o irritazioni, quando magari un normale detergente intimo, può risultare fastidioso.

 

dott. Paolo Scollo - Presidente SIGO

Il ginecologo Paolo Scollo, presidente SIGO, risponde on-line alle tue domande
Scrivi » - Leggi le risposte »


Benessere intimo

Benessere intimo